Verifiche non effettuate carenze nel personale specializzato e rischi di emissioni nocive

Nel corso delle audizioni del Cisam sono emersi alcuni elementi, confermati dagli stessi auditi, che evidenziano come in alcuni casi le opportune verifiche non siano state effettuate a pieno, o non siano state effettuate affatto, per insufficienza delle risorse necessarie. articolo  Se ti è piaciuto condividilo! Share List

È INAMMISSIBILE CHE TUTTI I MEDICI CHE DEVONO DARE UN PARERE SIANO SOLO GRADUATI CHE DIPENDONO GERARCHICAMENTE DAI VERTICI MILITARI

Le ragioni del diritto. “C’è ancora molto da dire, almeno giuridicamente. È inammissibile che tutti i medici che devono dare un parere siano solo graduati che dipendono gerarchicamente dai vertici militari”. L’avvocato Angelo Fiore Tartaglia inquadra così uno dei principali problemi nella lunga battaglia delle vittime dell’uranio impoverito, denunciando un concetto tanto semplice quanto non scontato … Leggi il seguito

BASI MILITARI, MATTARELLA E NAPOLITANO TESTIMONI AL PROCESSO DI QUIRRA

  In apertura di udienza, il giudice monocratico Nicole Serra ha rigettato le eccezioni formulate dagli avvocati della difesa: mancanza di un’imputazione chiara e precisa e incompetenza territoriale del tribunale di Lanusei per decidere. Subito dopo si è così aperto il dibattimento durante il quale il giudice ha invitato le parti a presentare le istanze … Leggi il seguito

I RESTI DEGLI ORDIGNI ESPLOSI SONO TOSSICI

Fino ad oggi, infatti, i militari hanno declassato gli ordigni convenzionali deflagrati a “materiale inerte” o a semplici rottami ferrosi, perché ormai privi di carica esplosiva. Questo, ad esempio, stabiliva il documento interno con cui la Difesa impartiva ai propri dipendenti le buone norme di linguaggio sulla situazione ambientale del Poligono di Quirra all’indomani dell’avvio … Leggi il seguito

SPARARE NEI POLIGONI NUOCE ALLA SALUTE

Il ministero della Difesa non può più non tenerne conto, lo stabilisce un tribunale. Lo scorso 17 febbraio è stata infatti depositata la sentenza del Tar del Lazio riguardo al ricorso che era stato presentato da un soldato siciliano, Salvatore Aru, 32 anni, di origini sarde, l’ennesimo colpito da un tumore, che ha prestato servizio … Leggi il seguito

TEULADA A CALA ZAFFERANO MISSILI TRA GLI OMBRELLONI

A Cala Zafferano, dove sorge il Poligono militare Nato di Capo Teulada, in provincia di Cagliari, decine di bagnanti affollano la spiaggia dove sono abbandonati ordigni bellici inesplosi utilizzati nelle esercitazioni militari invernali. Razzi, proiettili da mortaio, bombe. Sulla spiaggia e sott’acqua. Un cartello avverte “zona militare, pericolo bombe inesplose”, ma la spiaggia è accessibile … Leggi il seguito

URANIO, IL TAR RICONOSCE LA MALATTIA LEGATA ALL’ATTIVITÀ DEL POLIGONO

La documentazione prodotta dall’avvocato Angelo Fiore Tartaglia, legale del Centro Studi dell’Osservatorio militare, è inconfutabile e, oltre a dimostrare la diretta connessione tra malattia ed esposizione alle polveri sottili prodotte dalle esplosioni, conferma che altre teorie non trovano riscontro nella letteratura medica ed ora anche in quella giuridica. «La sentenza rappresenta anche un caposaldo giuridico … Leggi il seguito

INQUINAMENTO NELLE ZONE MILITARI REGIONE CONTRO DECRETO DEL GOVERNO

La Sardegna ha trovato un alleato nel Friuli Venezia Giulia nella battaglia per far modificare la norma che innalza le soglie degli inquinanti nei poligoni militari al livello di quelle applicate per le aree industriali. La norma  inserita nel decreto legge 91/2014, è considerata dalla Regione Sardegna – tenendo conto dei 34mila ettari di servitù … Leggi il seguito