Causa di servizio non riconosciuta a vittima da uranio impoverito.

 

 

Vittima dell’Uranio collocato in congedo senza tener conto dell’avvenuto riconoscimento della causa di servizio, con conseguente negazione del diritto alla pensione privilegiata.
Il T.A.R. del Lazio accoglie il ricorso annullando il collocamento in congedo avvenuto ai sensi dell’art. 31 anziché dell’art. 29 della Legge n. 599/54.
E’ quanto ci comunica l’avv. Angelo Fiore Tartaglia che ha seguito il caso.

Sentenza TAR Lazio vittima Uranio collocato in congedo senza causa servizio

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

4 × 4 =