COMUNICATO ANTONIO ATTIANESE

OSSERVATORIO MILITARE

COMUNICATO STAMPA

25 Giugno 2017

L’Osservatorio Militare, insieme all’Avvocato Angelo Fiore Tartaglia e Domenico Leggiero danno il triste annuncio della morte dell’ ex ranger Antonio Attianese.
L’uranio impoverito, il killer silenzioso, ha fatto un’altra vittima, la numero 344.

Il militare originario di Sant’Egidio del Monte Albino è morto ieri, alle 15:30, circondato nella sua casa dall’affetto dei suoi cari. Lascia la moglie Maria e i loro due bambini di 5 e 6 anni.

Antonio si era gravemente ammalato di tumore dopo aver partecipato a due missioni di pace in Afghanistan, e nonostante 35 interventi chirurgici e più di 100 ricoveri, fino alla fine si e battuto per ottenere un adeguato indennizzo e assunzioni di responsabilità a nome di tutte le vittime dell’uranio.

Parole che sintetizzano al meglio le emozioni ed i sentimenti di questi militari che credono ancora nelle istituzioni provengono dal Presidente della Commissione d”inchiesta sull’Uranio impoverito, l’ Onorevole Gian Piero Scanu: Antonio è stato un uomo forte. Ha dimostrato di essere un soldato leale e coraggioso. Al suo fianco ha avuto una donna eccezionale.Sposa e madre esemplare.
Come uomo sono orgoglioso di averlo conosciuto.
Come “politico di turno” provo tanta rabbia mista a vergogna per l’ignobile trattamento che talune “istituzioni” del nostro Paese gli hanno riservato.

Per Antonio e la sua Signora, che della dignità hanno sempre tenuto alta la bandiera, si leveranno voci di commosso cordoglio anche da parte di coloro che sono stati l’espressione del peggiore cinismo e della più perfida indifferenza.
A costoro vorrei assicurare che, anche se con disumano ritardo, non ci fermeremo fino a quando non avremo ottenuto giustizia piena”, conclude Scanu.

Sentite anche le parole di Domenico Leggiero che ha seguito da vicino la tragica vicenda di Attianese: ” E’ come perdere una persona di famiglia. Antonio ha saputo e ha voluto combattere fino alla fine, non solo per se ma anche per tutti i suoi colleghi.

Sono orgoglioso di aver conosciuto lui e sua moglie Maria. È stato e sarà un esempio di coraggio per tutti” così in una nota Leggiero.

ansa

rainews

leggo.it

today

videotgcom24

denuncia striscia 

freedompress

il mattino

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

tredici − 11 =