DECRETO 27 maggio 2005 – Determinazione, per l’anno 2006, delle aliquote percentuali massime di personale femminile da reclutare nelle Forze armate. (GU n. 138 del 16-6-2005)

IL MINISTRO DELLA DIFESA

Visto l’art. 1, comma 6, della legge 20 ottobre 1999, n. 380, che demanda al Ministro della difesa la determinazione annuale delle aliquote percentuali di personale militare femminile da reclutare nei ruoli, corpi, categorie, specialità e specializzazioni di ciascuna Forza armata, previo parere della Commissione nazionale per la parità e le pari opportunità tra uomo e donna e d’intesa con i Ministri delle infrastrutture e dei trasporti, dell’economia e delle finanze e per le pari opportunità;
Visti i decreti ministeriali 11 maggio 2004 e 10 settembre 2004, adottati in attuazione della predetta disposizione per l’anno 2005;
Considerato che risultano attualmente superate le esigenze formative connesse all’impiego operativo e quelle di adeguamento infrastrutturale che avevano determinato, fino all’anno 2005, la necessità di immissioni graduali del personale militare femminile nelle Forze armate;
Visto il decreto ministeriale 19 maggio 2004, n. 275, che nel disciplinare l’organizzazione e il funzionamento della Commissione per le pari opportunità fra uomo e donna, all’art. 3, comma 1, lettera a), prevede il trasferimento a detta Commissione delle funzioni consultive in materia di reclutamento del personale militare volontario femminile, di cui all’art. 1, commi 5, 6 e 7, della legge n. 380 del 1999, in precedenza esercitate dalla Commissione nazionale per la parità e le pari opportunità fra uomo e donna;
Visto il parere della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna;
Acquisita l’intesa con i Ministri delle infrastrutture e dei trasporti, dell’economia e delle finanze e per le pari opportunità;
Sulla proposta del Capo di stato maggiore della difesa;

Decreta:

Art. 1.
1. Il reclutamento del personale militare femminile dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dell’Arma dei Carabinieri è effettuato, per l’anno 2006, in tutti i ruoli, corpi, categorie, specialità e specializzazioni senza alcuna limitazione percentuale.
Roma, 27 maggio 2005
Il Ministro: Martino

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

tre × due =