E’ uscito in questi giorni il numero di gennaio di Socialnews dedicato a Traffico d’Armi e Uranio Impoverito

Come sottolinea il direttore, Massimiliano Fanni Canelles, nell’editoriale ‘La storia umana è sempre stata caratterizzata da innumerevoli conflitti, fin dai tempi preistorici. Platone considerava innate aggressività e competizione fra gli uomini, mentre la ricerca del profitto e la sete di potere fine a se stesso hanno sempre costituito un formidabile stimolo per provocare la guerra. Nella società moderna questo si traduce nel cercare di ottenere il controllo sulle fonti di energia. In ogni caso, è sempre il connubio fra potere e ricchezza da un lato e povertà e degrado dall’altro a generare nell’uomo quel cinismo che – spesso con motivazioni religiose – permette di calpestare chiunque, donne e bambini compresi. Molti passi sono stati fatti nella stabilizzazione democratica dei governi. Ciò permette di contenere le spinte individuali verso la ricerca del potere, ma molto deve essere ancora fatto nel rapporto tra capitalismo, mercato e terzo mondo’. Notevoli i contributi di due rappresentanti delle Commissioni Parlamentari: per la Commissione Difesa, l’articolo del Sen. Gian Piero Scanu, e per la Commissione d’Inchiesta sull’Uranio impoverito, l’analisi del Presidente, Sen. Rosario Giorgio Costa. Il numero vanta la presenza degli articoli ‘tecnici’ di esperti dell’uranio impoverito e inquinamento post bellico: Antonietta Gatti, Stafano Montanari, Maria Antonietta Zoroddu, Domenico Leggiero, Fernando Termentini, Valerio Gennaro, Armando Benedetti. E racconta la campagna di Peacelink di cui ci parla il Presidente, Alessandro Marescotti. Sul traffico d’armi, un articolo sull’assenza di crisi del mercato delle armi a firma di Valeria Vilardo; la sintesi della Relazione Europea sulle esportazioni militare, a cura di Giorgio Beretta; di sicuro interesse l’analisi di Mariangela Gritta Grainer, portavoce dell’Associazione Ilaria Alpi, nonché la ricostruzione/inchiesta della vicenda Alpi – Hrovatin, di cui all’estratto del libro ‘1994’ di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari, Chiare Lettere editore. Non mancano le testimonianze di documentaristi, attori, artisti, autori teatrali: Alberto D’Onofrio, autore del documentario/inchiesta ‘La Sindrome del Golfo’; Gian Marco Tognazzi, protagonista della pellicola cinematografica ‘Le ultime 56 ore’, intervistato da Ilaria Liprandi; Antonello Taurino, autore-regista-attore dello spettacolo teatrale ‘Miles Gloriosus…ovvero morire di uranio impoverito’.

ROMA 15 febbraio 2012

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

diciassette + 6 =