Indennità di trasferimento

La sezione I bis del T.A.R. del Lazio nell’accogliere il ricorso osserva che la domanda di trasferimento “anche in considerazione al modo di compilazione, alla struttura grafica e al contenuto sintattico grammaticale deve ritenersi predisposta ed estesa dall’Amministrazione, così che il ricorrente si è limitato, all’evidenza, ad assentire alla richiesta superiormente manifestata”.

E’ quanto ci comunica l’Avv. Angelo Fiore Tartaglia che ha seguito il caso.

Indennità di trasferimento

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

venti + quattordici =