SINDROME DEI BALCANI, LA COMMISSIONE INSABBIA TUTTO COLPA DEI TATUAGGI O DEL FUMO DEGLI ZAMPIRONI O DELLE RADIAZIONI DEI CELLULARI

 

 

Il Decreto del Presidente della Repubblica del 15 marzo 2010, che stabilisce le modalità di risarcimento, è stato modificato negando di fatto il principio di causalità. Al posto di una relazione tra uranio impoverito e tumori di Hodgkin, la Commissione ha proposto “particolari problemi ambientali”: in questi giorni dovrebbe essere votata, e se passasse nasconderebbe sotto il tappeto la responsabilità dello Stato nei confronti dei militari colpiti dalla malattia. E anche i risarcimenti, a quel punto diventerebbero opinabili, in quanto le condizioni particolari sono difficilmente dimostrabili a 15 anni di distanza.Dopo anni di battaglie e di commissioni, il precedente governo aveva riconosciuto la causalità con un decreto.

Ora salta tutto. Il presidente della Commissione ha dichiarato in alcune interviste che l’uranio impoverito non c’entra niente. Probabilmente, lui dice, “è stata colpa dei tatuaggi o del fumo degli zampironi o delle radiazioni dei cellulari.”

leggi articolo

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

due × cinque =