NUOVA CONDANNA PER IL MINISTERO AL RISARCIMENTO: URANIO MISSIONI INTERNAZIONALI ESPOSIZIONE A FATTORI TOSSICI VACCINAZIONI MANCANZA DI DOTAZIONI IDONEE A PREVENIRE IL CONTAGIO CON LE MICROPARTICELLE

  “.….dall’articolata istruttoria documentale,dall’escussione dei testimoni, pur tenendo conto della diversa valutazione del CTU, emerge un quadro sufficientemente chiaro della responsabilità del Ministero della Difesa ” Cosi’ si esprime  il giudice del Tribunale di Roma. E’ quanto ci comunica l’avv. Angelo Fiore Tartaglia che ha seguito il caso. sentenza tribunale di roma Se ti è … Leggi il seguito

L’AVVOCATO TARTAGLIA DELL’OSSERVATORIO MILITARE È L’AUTORE DELLE SENTENZE MENZIONATE DALL’AVVOCATO SERBO

«L’avvocato Tartaglia», dell’Osservatorio Militare è «l’”autore” delle sentenze», menzionate dall’avvocato serbo, «abbiamo fatto sostanzialmente nascere il caso uranio nel mondo – continua Leggiero – e né Tartaglia né l’Osservatorio Militare sono stati interpellati». Leggiero puntualizza anche sui numeri forniti da Aleksic, su quei 45 militari risarciti. Non sono corretti, sono molti di più, spiega. Il … Leggi il seguito

ESPOSIZIONE INDIRETTA ALL’URANIO IMPOVERITO : IL TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA CONDANNA IL MINISTERO DELLA DIFESA

“Dall’ articolata istruttoria documenta, dall’escussione dei testimoni, dalle risultanze della consulenza  tecnica d’ufficio emerge un quadro sufficientemente chiaro della responsabilità del  Ministero della Difesa convenuto in ordine al decesso del Caporal Maggiore. L’Omissione da parte dell’Amministrazione responsabile della salute e della sicurezza del  proprio personale dipendente delle idonee cautele a prevenire il contatto con le … Leggi il seguito

URANIO IMPOVERITO E RISARCIMENTO DEL DANNO IN FAVORE DEGLI EREDI

URANIO IMPOVERITO E RISARCIMENTO DEL DANNO IN FAVORE DEGLI EREDI. La Corte d’Appello di Roma rigetta l’appello del Ministero e conferma la sentenza risarcitoria. E’ quanto ci comunica l’Avv. Angelo Fiore Tartaglia che ha seguito il caso. sentenza 5 Se ti è piaciuto condividilo! Share List

CONDANNATO IL MINISTERO PER CONDOTTA OMISSIVA

Salvatore Vacca, fante del 151° reggimento della Brigata Sassari, morì a 23 anni, nel settembre 1999, per una leucemia dovuta agli effetti dell’uranio impoverito. A distanza di oltre 16 anni l a Corte d’Appello di Roma, ha dato ora ragione alla battaglia della «madre coraggio» Giuseppina, condannando il ministero della Difesa per omicidio colposo. E nella sentenza, pubblicata ieri, ha messo la parola fine su ciò che è sempre stato negato. «La pericolosità delle sostanze prescinde dalla concentrazione» dell’uranio impoverito delle armi. Il ragazzo venne esposto senza «alcuna adeguata informazione sulla pericolosità e sulle precauzioni da adottare». Secondo i giudici, inoltre, «vi è compatibilità tra il caso ed i riferimenti provenienti dalla letteratura scientifica» nonché «esistenza di collegamento causale tra zona operativa ed insorgenza della malattia». Secondo la sentenza, oltre all’indennizzo già ricevuto, le vittime o i loro familiari hanno diritto anche al risarcimento dei danni subiti. Per Salvatore Vacca è stato calcolato intorno a 1,8 milioni di euro.

servizio striscia 

corriere.it

Se ti è piaciuto condividilo!

SALGONO LE SENTENZE DI CONDANNE OTTENUTE DALL’AVVOCATO ANGELO FIORE TARTAGLIA

GUARDA IL VIDEO articolo Confermata la condanna del Ministero della Difesa per la morte di un militare.La Corte d’Appello di Roma ha confermato la condanna in primo grado del ministero a risarcire la famiglia del soldato per oltre un milione e mezzo di euro. Non ci sono dubbi sulla condotta omissiva, per non aver protetto adeguatamente il … Leggi il seguito

La justicia obliga a Italia a reconocer los efectos del uranio empobrecido

Eludir responsabilidades El abogado de L’Osservatorio Militare, Angelo Fiore Tartaglia, que ha llevado la mayor parte de las causas, afirma que las sentencias que los tribunales han dictado hasta el momento “han obligado al Estado a intervenir con medidas en el ámbito de la seguridad social que, sin embargo, no cubren todos los daños sufridos … Leggi il seguito

Uranio impoverito, «malattie militari» e risarcimenti

“Negli altri paesi europei queste cause sono state perse in Italia invece molti malati sono stati risarciti senza problemi». In alcune cause risarcitorie, il giudice ha accertato sulla base delle prove delle parti, il giudizio che certe misure di protezione non sono state adottate. I militari non hanno avuto molte informazioni in merito ai rischi … Leggi il seguito

COMUNICATO STAMPA DEL 08 MAGGIO 2014 URANIO IMPOVERITO: CASSAZIONE RISARCIMENTO A DOPPIO BINARIO

Sentenza storica quella della Cassazione pubblicata il 6 maggio scorso in merito alla giurisdizione sui procedimenti riferiti ai risarcimenti per le vittime ed i famigliari dei militari uccisi o gravemente malati a causa dell’uranio impoverito. E’ stata determinante la discussione del legale dell’Osservatorio Militare Avvocato Angelo Fiore Tartaglia innanzi agli ermellini nell’evidenziare la complessità dell’argomento … Leggi il seguito