DISPONIBILITA’ MA DISTANZA DALLE SPECULAZIONI

Ag. ANSA 14:50 “Piena disponibilità a fornire tutta la documentazione raccolta sia tecnica che militare che medica ma nessuna intenzione di essere trascinati in speculazioni politiche o, peggio ancora, in tematiche di equilibri militari internazionali che non ci competono”. È questa la posizione di Domenico Leggiero presidente dell’Osservatorio Militare. Le sentenze ottenute dall’Avv. Angelo Fiore … Leggi il seguito

URANIO EMPOBRECIDO DE USO MILITAR

    El uranio empobrecido es aquel que contiene una fracción de isótopo U-235 inferior a la natural (0,71%). La mayor parte tiene su origen en el proceso de enriquecimiento siendo un subproducto del mismo.  Tiene algunas aplicaciones militares más o menos reconocidas: El principio de la munición antiblindaje consiste en impulsar un núcleo metálico denso … Leggi il seguito

SERVITÙ MILITARI. UNA FORZATURA DEL REGOLAMENTO ATTI SECRETATI

Prima di spiegare quanto accaduto, però, è necessario aggiungere un elemento di valutazione. Il programma degli addestramenti a fuoco delle forze armate – non solo italiane – in Sardegna è contenuto in un documento che per la prima volta nella storia è stato coperto con il segreto d’ufficio. Non è divulgabile (fino a quando non … Leggi il seguito

L’AVVOCATO TARTAGLIA DELL’OSSERVATORIO MILITARE È L’AUTORE DELLE SENTENZE MENZIONATE DALL’AVVOCATO SERBO

«L’avvocato Tartaglia», dell’Osservatorio Militare è «l’”autore” delle sentenze», menzionate dall’avvocato serbo, «abbiamo fatto sostanzialmente nascere il caso uranio nel mondo – continua Leggiero – e né Tartaglia né l’Osservatorio Militare sono stati interpellati». Leggiero puntualizza anche sui numeri forniti da Aleksic, su quei 45 militari risarciti. Non sono corretti, sono molti di più, spiega. Il … Leggi il seguito

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/16890 MOVIMENTO 5 STELLE

    LUIGI DI MAIO,RIZZO e GRILLO. — Al Ministro della difesa, al Ministro dell’economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che: secondo quanto emerge da fonti di stampa, in Italia nel 1994 erano presenti proiettili all’uranio impoverito in uso alle forze armate italiane, non solo negli scenari bellici, ma anche sul territorio … Leggi il seguito

Uranio, condannata la Difesa: «Militari con protezioni inidonee»

La Difesa ha omesso di tutelare il caporal maggiore dell’Esercito Corrado Di Giacobbe, morto nel 2001 a 25 anni a causa di un linfoma di Hodgkin contratto dopo aver prestato servizio a Sarajevo, in Bosnia, nella caserma Tito Barrack. Con questa motivazione il Tribunale civile di Roma ha condannato il ministero a risarcire con 642 … Leggi il seguito

URANIO: MILITARE MORTO,DIFESA CONDANNATA PAGARE 642MILA EURO CAPORAL MAGGIORE ERA STATO IN BOSNIA SENZA PROTEZIONI ADEGUATE

ROMA (ANSA) – ROMA, 6 GIU – La Difesa ha omesso di tutelare il caporal maggiore dell’Esercito Corrado Di Giacobbe, morto nel 2001 a 25 anni a causa di un linfoma di Hodgkin, contratto dopo aver prestato servizio a Sarajevo in Bosnia, nella caserma Tito Barrack. Con questa motivazione il Tribunale civile di Roma ha … Leggi il seguito

MILITARE MORTO PER L’URANIO DIFESA CONDANNATA PAGHERÀ 264MILA EURO

Di Giacobbe, difeso dall’avvocato Angelo Fiore Tartaglia, era originario di Vico Del Gargano (Foggia). Secondo la sentenza «emerge un quadro sufficientemente chiaro delle responsabilità del ministero delle Difesa in ordine al decesso del caporal maggiore». I militari italiani, infatti, si legge, «furono inviati nelle zone dei Balcani con materiale in dotazione del tutto inidoneo a … Leggi il seguito