Tribunale Civile di Roma Sezione II:

Ulteriore sentenza di condanna per danni cagionati da Uranio Impoverito. Il nesso di causalità deve essere valutato secondo il criterio della preponderanza dell’evidenza e del più probabile che non.

E’ quanto ci comunica l’Avv. Angelo Fiore TARTAGLIA che ha seguito il caso.

Ulteriore sentenza di condanna per danni cagionati da Uranio Impoverito

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

uno × 2 =