URANIO, IL TAR RICONOSCE LA MALATTIA LEGATA ALL’ATTIVITÀ DEL POLIGONO

La documentazione prodotta dall’avvocato Angelo Fiore Tartaglia, legale del Centro Studi dell’Osservatorio militare, è inconfutabile e, oltre a dimostrare la diretta connessione tra malattia ed esposizione alle polveri sottili prodotte dalle esplosioni, conferma che altre teorie non trovano riscontro nella letteratura medica ed ora anche in quella giuridica.

«La sentenza rappresenta anche un caposaldo giuridico con il quale si dovranno confrontare i vertici della difesa al fine di dare giustizia agli oltre 3600 malati e alle 308 famiglie che hanno perso un loro congiunto a causa dell’inquinamento bellico.

leggi articolo

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

otto + 19 =