Uranio impoverito, «malattie militari» e risarcimenti

“Negli altri paesi europei queste cause sono state perse in Italia invece molti malati sono stati risarciti senza problemi». In alcune cause risarcitorie, il giudice ha accertato sulla base delle prove delle parti, il giudizio che certe misure di protezione non sono state adottate. I militari non hanno avuto molte informazioni in merito ai rischi di contrarre malattie, una mancanza strutturale    che    genera quindi la responsabilità contrattuale utile per il risarcimento della vittima. ” – spiega Tartaglia – 

 

Se ti è piaciuto condividilo!

Lascia un commento

nove + uno =