URANIO. MISSIONI ESTERE E RIDETERMINAZIONE PERCENTUALE DI INVALIDITA’

Il Tribunale del Lavoro di Viterbo accoglie il ricorso

sentenzatribunaledellavorodiViterbo

Ciò premesso il CTU, le cui conclusioni meritano di essere accolte siccome sorrette da valido supporto argomentativo, senza che siano state svolte obiezioni nell’ambito del contraddittorio tecnico, ha così concluso circa il quesito relativo all’accertamento dell’invalidità complessiva da compiersi ai sensi del DPR 181/09:
“ALL’ESITO DEGLI ACCERTAMENTI MEDICO-LEGALI, SI CONFERMA LA SUSSISTENZA Dl NESSO CAUSALE TRA PATOLOGIA OMISSIS  E  L’ATTIVITÀ LAVORATIVA SVOLTA DAL RICORRENTE, COME DESCRITTA IN RlCORSO; LA VALUTAZIONE DELLA PREDETTA INFERMITÀ’, IN APPLICAZIONE DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N. 181, 30 OTTOBRE 2009,  CONSENTE Dl QUANTIFICARE L’INVALIDITÀ’ COMPLESSIVA IN PERCENTUALE PARI A 83%”

 

E’ quanto ci comunica l’avvocato Tartaglia che ha seguito il caso

Se ti è piaciuto condividilo!